Lo spettacolo militante

Analogamente a come ci poniamo verso la musica popolare, anche il nostro approccio nei confronti della musica c.d. politica parte da un desiderio di contribuirne a recupero e diffusione. Nel caso di questo spettacolo militante, i nostri riferimenti culturali attingono dalla tradizione libertaria e marxista per approdare, tramite la Resistenza, alle lotte degli anni ’70.

E’ così che si potrà riascoltare un excursus tra il repertorio cult del movimento operaio, quello a cavallo tra i due secoli precedenti, i testi musicati di Pietro Gori, la canzone del movimento contro la guerra con la sua incredibile attualità, l’ aspetto comunque allegro della vita e delle proteste contadine e bracciantili.

Con un buon successo, nel giugno 2010 abbiamo partecipato all’annuale Festival des politischen Liedes, festa internazionale della canzone politica svoltosi in Austria.

Per tutto questo ci rendiamo disponibili nei confronti di quei soggetti, organizzati e non, dei quali condividiamo finalità e progetti culturali e socio-politici: dall’ ANPI al movimento antirazzista, dalle organizzazioni coerentemente anticapitaliste a tutti coloro che, come noi, ancora ricordano che … veniamo da lontano e andiam lontano.

I commenti sono chiusi.